RateBoard Insights

30.07.2020

Eric Eric Junior Marketing Manager

Il Dr. Martin Schwarz e le sue teorie sulle tendenze delle prenotazioni nell'estate del Corona Virus

Nell'estate del 2020 la situazione delle prenotazioni è molto volatile. A causa del COVID-19, la pianificazione strategica è diventata molto più complessa, pertanto le decisioni basate sui fatti sono più importanti che mai. La crescente digitalizzazione fa sì che la quantità di dati disponibili, aumenti rapidamente nel settore del turismo. La valutazione dei dati storici sta diventando cruciale per gli albergatori. Per affidarsi ad una solida base di  storico delle prenotazioni, e poter così generare una previsione affidabile, è necessario strutturare, ordinare e valutare le informazioni ottenute. Qui entra in gioco il nostro responsabile del team Data Science: il Dr. Martin Schwarz.

Il Dr. Martin Schwarz e le sue teorie sulle tendenze delle prenotazioni nell'estate del Corona Virus

csm_Martinsch_web_13761baf8aMartin si descrive come uno statistico, che ha scoperto la sua passione per la matematica e il "riconoscimento sistematico dei modelli" in giovane età. Con un master e un dottorato in matematica tecnica, ha fatto della sua passione, la base per la sua carriera professionale. Per la sua tesi finale, si è occupato di studiare le vibrazioni dei materiali compositi e le loro proprietà stocastiche, che gli consentono di determinare eventuali danni al materiale, attraverso precisi calcoli matematici. Per il suo lavoro Martin  ha ricevuto il premio per la ricerca riconosciuto dalla Camera di Commercio austriaca. Contemporaneamente ha arricchito il suo periodo universitario con un soggiorno di ricerca presso la RICE University di Houston, Texas.

 

Il suo percorso con il Team di RateBoard

Martin è approdato a RateBoard grazie alla costante interconnettività tra l'università di Innsbruck e la nostra azienda. La sua passione per i dati e la creazione di modelli di  previsioni, si è allineata perfettamente con il ruolo che ricopre in RateBoard. Lui stesso descrive il suo lavoro a RateBoard come "ottimale". E tutto questo grazie all'ambizione del team, alle entusiasmanti attività, alle opportunità di formazione all'università e alla costante collaborazione tra RateBoard e rinomati scienziati. Tutto questo si riflette anche nel crescente numero di bootcamps, che il nostro responsabile del Data Science Team, frequenta regolarmente per approfondire e scambiare le sue conoscenze con i colleghi.

Allo stesso tempo, i clienti ricevono un valore aggiunto sotto forma di analisi che supportano gli albergatori nella pianificazione strategica e nel pricing dinamico.

In modo particolare nella situazione attuale interessata dalla crisi COVID 19, la creazione e la valutazione di statistiche reali sui vari mercati, gioca un ruolo essenziale. In questa fase, la preparazione e la visualizzazione dei big data, ci permette una rapida lettura delle ultime tendenze di prenotazioni e di cambiamenti di mercato.

 

Le ultime tendenze in materia di prenotazioni

Nel frattempo, l'industria del turismo sta iniziando statisticamente a riprendersi, con alcune regioni del settore leisure che stanno addirittura sperimentando una crescita maggiore rispetto all'anno precedente. Nel settore leisure, si sta verificando una ripresa relativamente rapida, con i mesi estivi che fanno da traino per il ritorno ai dati dell'anno precedente. Da luglio in poi, le nostre statistiche mostrano uno scostamento medio dei tassi di occupazione del 15-20% nel settore leisure mare e montagna, mentre nel settore alberghiero legato al turismo di città, si registra un calo percentuale di oltre il 40%. Nelle città, questa tendenza continuerà almeno fino ad ottobre, dal momento che i viaggi d'affari sono stati eliminati, e quasi tutti i principali eventi di quest'anno cancellati. 

OCC Leisure Hotels

Subito dopo la riapertura degli alberghi, si è assistito ad una rivoluzione dei prezzi sul mercato. L’ADR ha recuperato punti, simultaneamente all’aumento della domanda, nel corso del mese di giugno, con un calo di soli 10-15 euro. Dalla metà di luglio, il settore leisure ha raggiunto prezzi medi simili a quelli dell'anno precedente. Nonostante la media occupazionale più bassa nel settore città, da metà luglio è stato nuovamente registrato un livello di prezzi similare a quello del 2019. Si tratta di uno sviluppo molto positivo, e per questo motivo, anche in futuro si dovrebbe evitare un fenomeno di dumping dei prezzi. 

ADR Leisure Hotels

ADR City Hotels

IMPORTANTE: c’è da notare che le statistiche sono un'istantanea delle prenotazioni On the Books e non una previsione. Pertanto, con l'avvicinarsi della data di arrivo, a seconda della domanda di mercato, i dati attuali possono cambiare sia positivamente che negativamente.

 

Il mercato tedesco

L'industria alberghiera tedesca sta ripartendo sull’onda delle campagne mediatiche e della richiesta di vacanze in Germania. Il deficit di prenotazioni nel settore leisure, inizialmente forte, si è già stabilizzato a luglio e, a partire da agosto, si possono vedere cifre percentuali simili a quelle dello stesso periodo nell'anno precedente. L'ulteriore sviluppo della situazione delle prenotazioni dipenderà dalla futura domanda di mercato e dalla disponibilità a viaggiare in combinazione con gli sviluppi relativi al COVID-19. Nel settore alberghiero cittadino tedesco questa lacuna (deficit di circa il 40%) difficilmente potrà essere colmata, a causa dell'assenza di viaggi d'affari, di prenotazioni dall'estero e della cancellazione di grandi eventi come l'Oktoberfest di Monaco di Baviera.

Relativamente alle statistiche dell’ADR, la Germania è finora il mercato che si riprende più velocemente nella regione DACH. Già nel mese di giugno, la tariffa media giornaliera, di entrambi i settori, leisure e cittadino, si è allineata a quella dell'anno precedente, con un leggero deficit. A partire dal mese di luglio, il prezzo medio delle camere è addirittura aumentato rispetto a quello dell'anno precedente nello stesso periodo.

 

Il mercato austriaco

In Austria è stato promosso attivamente il turismo domestico. Secondo Statistics Austria, a giugno si è registrato un calo del 59% dei tassi di occupazione rispetto al 2019 sull’intero mercato. A luglio, il settore leisure si sta avvicinando alle cifre dell'anno precedente, con un tasso di occupazione del 70-80%, ed a partire da agosto, è ora visibile un ulteriore aumento graduale delle prenotazioni. Fondamentale per questo sviluppo è stata la riapertura del confine con la Germania, il più grande mercato di provenienza dell'Austria, e la tendenza di quest'anno verso i viaggi nazionali. Proprio come in Germania, per il settore alberghiero di città, non si prevede a breve e medio termine un forte miglioramento della situazione delle prenotazioni. Secondo STR, Vienna, Linz e Salisburgo sono le città più colpite dalla crisi.

Anche la tariffe sono risalite rapidamente, ed è evidente un aumento marginale dell’ADR nel settore leisure. Nel settore alberghiero di città si registra una media di circa 30-40 euro al di sotto dei valori dell'anno precedente. Queste cifre rappresentano un'istantanea del momento e cambieranno con i futuri sviluppi del mercato. Le regioni lacustri, in particolare, quest'estate beneficeranno delle restrizioni di viaggio, poiché in molti opteranno per una vacanza sul lago come alternativa alla vacanza al mare.

 

Il mercato altoatesino

L'Alto Adige ha avviato una campagna mediatica dal titolo "Riavviare il Südtirol". Questa misura ha un effetto positivo sullo sviluppo statistico, ma la velocità della ripartenza è attualmente inferiore rispetto all'Austria e alla Germania. In media, i dati di luglio sono inferiori del 20% rispetto all'anno precedente. Per il mese di Agosto, il tasso di occupazione YTD è inferiore solo del 10% rispetto al 2019.

L'Italia è stata fortemente colpita dall'epidemia di COVID-19, e questo è anche uno dei motivi principali della lenta ripresa del turismo.

 

Il punto della situazione secondo Martin

In generale, l'attuale situazione delle prenotazioni mostra uno sviluppo positivo per il settore del turismo. La Germania in particolare è già riuscita a rilanciare il turismo interno tra la popolazione, che è di grande importanza, soprattutto nel 2020. L'industria alberghiera leisure è riuscita a riprendersi rapidamente, soprattutto in Germania e in Austria, e varie regioni ne stanno addirittura beneficiando statisticamente rispetto al 2019. Nelle città c'è ancora un forte deficit e ci si aspetta una ripresa più lenta. E’ importante notare che le cifre e le statistiche fornite sono un'istantanea della situazione attuale e non rappresentano una previsione. L'andamento dei vari mercati dipenderà moltissimo dagli sviluppi relativi alla crisi COVID-19.

 

Richiedi le statistiche sulla tua destinazione