Hotel trends

21.01.2020

Eric Eric Marketing Manager

Le cancellazioni degli hotel rappresentano una sfida

Negli ultimi anni si è osservato un rapido aumento delle cancellazioni di hotel. Sempre più spesso gli ospiti cancellano le prenotazioni delle camere. In molti casi la cancellazione è gratuita e spesso anche fino a 24 ore prima dell'arrivo.

Negli ultimi anni si è osservato un rapido aumento delle cancellazioni di hotel.

 

Dall'avvento di OTA come Booking.com, Expedia e Co., le cancellazioni gratuite fino a 24 ore prima dell'arrivo sono diventate quasi la norma. Per gli hotel e le strutture ricettive ciò comporta un rischio finanziario crescente e una più difficile pianificazione dell'occupazione. Diventa quindi sempre più importante affrontare il comportamento di cancellazione degli ospiti dell'hotel.

 

Cosa dicono i numeri?

Sulla base dei dati del nostro software, si possono ora trarre le seguenti conclusioni in merito all'attuale comportamento di cancellazione degli ospiti dell'hotel: 

Periodo di permanenza

In generale, si può notare che il periodo di soggiorno prenotato ha un'influenza concreta su una potenziale cancellazione. In questo caso vale quanto segue: se una camera viene prenotata solo per 1 o 2 notti, è più probabile che venga cancellata rispetto alla durata del soggiorno di 3 o più notti.

Momento della prenotazione

Più a lungo una camera viene prenotata in anticipo, maggiore è la probabilità che la prenotazione venga cancellata. Le cancellazioni effettive vengono di solito effettuate circa 1 mese prima dell'arrivo.

Non si accettano invece prenotazioni effettuate non più di 10 giorni prima dell'arrivo. Qui la probabilità di cancellazione è relativamente più bassa.

L’indeciso

I clienti "just in case" sono ospiti che prenotano uno o più hotel all'interno di una regione per decidere in ultima analisi l'opzione migliore. Questo significa più cancellazioni e uno sforzo supplementare misurabile per la gestione delle prenotazioni degli hotel.

 

Gestione delle cancellazioni

Molti hotel offrono approcci creativi per contrastare il trend delle cancellazioni gratuite fino a 24 ore prima dell'arrivo. Un'opzione è quella di offrire tariffe e condizioni diverse.

Un altro obiettivo è quello di generare prenotazioni più dirette attraverso il sito web dell'hotel. Da un lato si risparmia la commissione per gli OTA, che nel caso di Booking.com è in media del 15%. D'altra parte, un rapporto più forte con il cliente si instaura immediatamente dopo la prenotazione.

 

Iscrivetevi subito alla nostra newsletter e riceverete regolarmente aggiornamenti sui temi dell'industria alberghiera, del turismo e della gestione delle entrate.